Le partecipazioni sono il biglietto da visita del tuo matrimonio.

 Una volta stampate, arriva il momento di procedere con la scrittura degli indirizzi e l’affrancatura. Ci vorrà un po’ di tempo per farlo, perché questa attività richiede precisione e concentrazione.

Le buste devono essere intestate rigorosamente a mano e la grafia deve essere elegante e comprensibile.

Prima di iniziare, bisogna controllare di avere tutti gli ingredienti:
penna (meglio se stilografica e nera), buste, inviti, francobolli, chiudi busta o sigillo in ceralacca.

Quelle che consegnerai a mano sono le meno complicate perché non è necessario scrivere l’indirizzo ma soltanto indicare il nome e il cognome della persona preceduto da Gentilissima/Gentilissimo.

Si prosegue con le buste che dovrai spedire, affrancandole:

L’indirizzo e il nome del destinatario vanno scritti in basso a destra del francobollo.
Ogni destinatario verrà identificato con l’appellativo “Gentilissima/Gentilissimo”, seguito dal nome e dal cognome.

Ricorda di specificare bene le persone che intendi invitare.

– Se il destinatario è una coppia di fidanzati o conviventi bisogna scrivere prima il nome dell’uomo, poi quello della donna. Se si tratta  di una coppia sposata si scriverà Gentilissimi Mario e Claudia Rossi.


– Se non si conosce il nome della consorte si può intestare la partecipazione così: Gentilissimo Signor Mario Rossi e Signora oppure Gentilissimi Signori Rossi.

– Se si tratta di un’intera famiglia che abita sotto lo stesso tetto basterà scrivere, per esempio, Gentilissima Famiglia Rossi.

 Bisogna separare quelle su cui scrivere gli indirizzi di coloro a cui dai solo l’annuncio del matrimonio da quelle che invierai a coloro i quali sono anche invitati al ricevimento.

E voi, avete già scritto le partecipazioni di nozze?